Il referente nazionale dell’indagine RICA condivide con i referenti regionali della rete gli standard di convenzione da stipulare nei casi in cui il modello organizzativo locale assegna all’Amministrazione regionale o provinciale la raccolta delle informazioni con metodologia RICA e/o con metodologia REA.

Compito dei referenti regionali RICA è quello di adattare la convenzione standard, in forma provvisoria, alla situazione regionale/provinciale, indicando: i riferimenti dell’amministrazione; la numerosità dei campioni ed i relativi flussi finanziari alla propria realtà regionale; eventuali ulteriori precisazioni da considerare a carattere locale.

Oltre agli ordinari riferimenti, nelle convenzioni vengono riportati anche i seguenti aspetti:

  • l’impegno degli enti esecutori a documentare l’esito della rilevazione di tutte le aziende comprese nel campione. Non è quindi ammessa la possibilità che un’azienda non venga mai contattata, a meno di penale;
  • l’indicazione da parte del CREA –PB delle modalità di gestione della inclusione e/o della esclusione di aziende dal campione RICA contabilizzato, conseguenti alla variazione della dimensione economica aziendale (passaggi di classe di dimensione economica) registrata nel corso dell’esercizio contabile;
  • gli obiettivi di copertura del campione fissati al 100% del disegno teorico e l’applicazione di penalità in caso di mancato raggiungimento degli stessi;
  • il ruolo dei rilevatori utilizzati nella raccolta dei dati.

Il referente nazionale RICA trasmette, anche per il tramite dei referenti regionali RICA di competenza, la bozza di convenzione così impostata all’Amministrazione regionale/provinciale; ricevuto l’assenso da parte di quest’ultima, il referente nazionale RICA invia formalmente la convenzione al Direttore del CREA-PB, che provvede a sottoporla alla firma del legale rappresentante del CREA. Una volta firmata, la convenzione viene spedita dal CREA-PB all’Amministrazione regionale/provinciale per l’accettazione. Rispetto a questa procedura può esistere la variante che la convenzione giunga al CREA-PB già firmata dall’Amministrazione regionale/provinciale.

Conclusa la fase di stipula, una copia della convenzione viene trasmessa dagli uffici amministrativi del CREA-PB al referente regionale RICA di competenza.

Al fine di definire gli impegni di spesa per la conduzione delle indagini RICA e REA tutti i referenti regionali RICA devono utilizzare l’applicativo  Gestione incarichi rilevatori per indicare il numero di aziende ammesso alle diverse rilevazioni, riferito naturalmente all’intera rilevazione regionale.

Ruolo coinvolti Attività
Ufficio
centrale RICA
  • Predispone, in collaborazione con gli uffici amministrativi del CREA-PB, il fac-simile di convenzione.
  • Riceve dai referenti regionali RICA lo schema di convenzione approvato dall’Amministrazione regionale/provinciale e lo sottopone, mediante apposito promemoria, alla firma da parte del legale rappresentante dell’Ente.
  • Ricevuta la convenzione firmata da entrambe le parti, ne trasmette copia al referente regionale RICA di competenza.
Ufficio
regionale RICA
  • Ricevono lo standard di convenzione da parte del referente nazionale (tramite sito RICA) e propone eventuali adattamenti alla situazione locale, indicando i riferimenti dell’Amministrazione, adeguando la numerosità dei campioni e i relativi flussi finanziari ed introducendo eventuali ulteriori precisazioni a carattere locale.
  • Trasmettono la bozza di convenzione alla Amministrazione regionale o provinciale, con la quale concordano la versione definitiva da inviare al referente nazionale RICA.
  • Riportano il numero di aziende complessivamente ammesso alle diverse rilevazioni.
Amministrazioni
  • Concordano lo schema di convenzione proposto e collaborano alla definizione delle competenze, dei ruoli e degli obblighi.