Entrate – Ricavi

Ricavi da vendita e affitti

Questa voce dell’albero contiene tutte le registrazioni derivanti dalle operazioni di vendita di prodotti, servizi, beni materiali ed immateriali patrimoniali. Essa consente di inserire tutte le informazioni derivanti dalla cessione da parte dell’azienda di un bene e/o servizio. In particolare, tale sezione permette di archiviare informazioni relative: alla tipologia di prodotto o servizio oggetto dell’operazione, alle informazioni di tipo fiscale derivanti da tale operazione, al risvolto finanziario della vendita (modalità di riscossione), ad una serie di informazioni di tipo tecnico (tipo di cessione, destinazione del prodotto).

Di seguito vengono schematicamente descritte le informazioni richieste per la compilazione della maschera delle vendite.

Settore: Agricoltura o Attività connesse

il settore riguarda l’indicazione di quale sia l’attività aziendale nella quale si inserisce la movimentazione in oggetto. Tale scelta è necessaria perché consente al programma di proporre automaticamente le aliquote iva e la preselezione delle operazioni omogenee al settore di appartenenza.

 

Data

Viene proposta dal programma la data odierna dell’inserimento dei dati dell’anno che stiamo registrando ma, ovviamente, essa può essere modificata dall’utente.

 

Operazione

Bisogna indicare il tipo di ricavo (vendita prodotti, vendita servizi, ecc.). Tale scelta è operata dall’utente fra le opzioni proposte nella lista di selezione, le quali variano a seconda del settore scelto.

Per l’agricoltura comprende la vendita di prodotti e merci, la vendita degli animali, i ricavi da allevamenti, le prestazioni per servizi a terzi, gli affitti attivi e i risarcimenti assicurativi, la vendita di mezzi tecnici industriali, la vendita di beni patrimoniali materiali, la vendita di titoli, di quote ed altri diritti immateriali, gli anticipi da clienti.

Per le attività connesse comprende le prestazioni per servizi delle attività connesse e gli anticipi da clienti.

 

Fattura

L’attivazione dell’opzione fattura è preselezionata e consente la registrazione delle informazioni riguardanti l’IVA, altrimenti; se deselezionata, non potranno essere inserite.

 

Destinazione

Tale informazione riguarda il Paese di destinazione del prodotto (Italia, Paese Intracomunitario o Extra-comunitario) e si attiverà solo con l’opzione fattura attivata, in quanto in base al tipo di destinazione viene attivata una particolare gestione dell’IVA.

 

Cessione

Come sopra anche il tipo di cessione (esempio: a commerciante, ad industria, ecc.) andrà specificato soltanto con l’opzione fattura e individua a chi è stata effettuata la cessione dei beni o la fornitura dei servizi aziendali.

 

Prodotti venduti

In tale lista si sceglierà l’oggetto generico della vendita, che può riguardare i prodotti delle colture, i trasformati delle colture o degli allevamenti, i prodotti degli allevamenti, ecc.. Ad ogni prodotto generico scelto la maschera si adatterà richiedendo dati di dettaglio e riguardanti la coltivazione, l’allevamento o il prodotto industriale specifico. In tal caso la scelta si opera selezionando una voce presente nell’elenco e derivante dai rispettivi magazzini, precedentemente alimentati con l’acquisto o con la produzione.

La lente di ingrandimento consente, inoltre, di visualizzare la consistenza di magazzino del prodotto selezionato.

In questo elenco sono presenti anche voci che non si riferiscono a prodotti venduti, ma ad altri ricavi connessi alle vendite quali, ad esempio, gli sconti e gli arrotondamenti attivi.

 

Quantità, prezzo ed imponibile

La quantità si riporta in riferimento all’unità di misura evidenziata dal programma, il prezzo è quello medio unitario e l’imponibile, nel caso della fattura, è l’importo sul quale si applicherà l’aliquota IVA (nel caso non ci sia la fattura, sarà l’importo netto incassato).

 

Gestione IVA

La disattivazione di questa opzione consente di trattare la registrazione senza la parte relativa alla gestione IVA.

Tale campo è importante in quando la gestione dell’IVA viene attivata in base al tipo di operazione, ma al suo interno ci possono essere ricomprese anche delle operazioni che non richiedono la registrazione dell’IVA.

 

Aliquota IVA, Imposta, Compensazione

A seconda della tipologia di prodotto, di destinazione e di cessione precedentemente indicata, il programma proporrà una particolare aliquota e la relativa compensazione che l’utente può anche modificare scegliendola dall’elenco a tendina. L’imposta sarà dunque il risultato dell’aliquota scelta applicata all’imponibile.

 

Lavorazione

In questo campo deve essere indicata la modalità di commercializzazione del prodotto: senza alcuna lavorazione, essiccato, frigo conservato, ecc..

 

Modalità di riscossione

In tale finestra si effettuano le variazioni finanziarie derivanti dalla vendita dei beni o servizi della gestione corrente. I ricavi delle vendite possono essere riscossi in maniera immediata contestualmente alla vendita, oppure in maniera differita accendendo un credito. Nel primo caso occorre indicare la modalità di riscossione (assegno, contanti, conti correnti, ecc.), mentre nel secondo caso occorre scegliere un conto di vendita a credito (ad esempio, la voce “Crediti verso clienti”) e inserire le informazioni relative al nuovo credito.

E’ possibile effettuare, per ciascun movimento, più registrazioni (ad es. una parte dell’importo incassata in contanti e un’altra con assegno). Indipendentemente dal numero di registrazioni, per ognuna di esse è necessario concludere la registrazione col pulsante Inserisci riga, che ne determina l’inserimento nella tabella di visualizzazione nella parte inferiore della maschera.

Il programma in automatico mostra precaricato il conto Conti correnti.

 

Importo

Riguarda l’importo relativo all’operazione finanziaria collegata alla vendita.

 

Riepilogo

La tabella o griglia di visualizzazione riepiloga le voci già inserite nell’ambito della registrazione in corso. Lo schema è organizzato su più colonne (Oggetto generico, Dare/Avere, Imponibile, quantità, ecc.) che è possibile scorrere: selezionando la riga con il mouse (doppio click) è inoltre possibile rivederne i dettagli sull’area di registrazione.

 

Modifica ed elimina riga

Immediatamente sulla destra del riepilogo sono presenti due pulsanti che consentono di modificare o eliminare la riga evidenziata nella tabella. Selezionando il primo verrà riattivata la sezione precedente della maschera, consentendo di modificare la registrazione; con il secondo invece sarà possibile ripartire dall’inizio della maschera.

 

Totale Dare e Avere

In fondo alla maschera sono presenti tre totali che mostrano, nell’ordine, l’imposta complessiva e le somme delle due sezioni della partita doppia calcolate dal programma. A questo punto è possibile premere il pulsante Salva per memorizzare l’intera registrazione a patto che i due importi coincidano. Se i totali non dovessero corrispondere, viene emesso un messaggio che impedisce di proseguire sino all’eliminazione dell’incongruenza o fino all’annullamento del movimento.

Tool tip: è possibile, nel caso di pagamento tramite conto corrente dell’intero importo dell’operazione, salvare i dati immessi con il tasto “Salva tutto”, presente sulla destra della sezione AVERE, senza quindi compilare la sezione DARE. Questa facilitazione, da utilizzare soltanto con questa modalità di riscossione, consente una velocizzazione dell’intera operazione di registrazione dei movimenti contabili.

 

Contributi e sovvenzioni

Si registrano le somme ricevute dall’azienda sia in conto capitale che in conto esercizio relativi alla riscossione sia degli Aiuti UE alla produzione (I Pilastro) e allo sviluppo rurale (II Pilastro) che degli Aiuti di Stato (compresi regionali e locali).

tipo di aiuto

Permette di scegliere la tipologia del contributo in conto esercizio o in conto capitale.

 

Contributo

Una volta scelto il tipo di aiuto verrà attivata la maschera specifica per la sua registrazione nella quale figureranno i campi opportuni differenti a seconda della scelta operata.

 

Regione pertinenza

Si attiva solo per la registrazione dei contributi regionale e locali.

 

Categoria

Usufruendo dell’elenco preimpostato si seleziona la categoria a cui si riferisce il contributo da registrare.

 

Aiuto

Il campo aiuto identifica nello specifico l’oggetto del contributo.

 

Descrizione

La descrizione permette una specificazione particolare da attribuire all’aiuto.

 

Progetto integrato

Il campo può essere selezionato se la misura per cui l’azienda ha ricevuto il premio fa parte di un progetto integrato previsto dal PSR.

 

Pacchetto misure

Il campo può essere selezionato se la misura per cui l’azienda ha ricevuto il premio fa parte di un pacchetto misure previsto dal PSR.

 

Durata investimento

Si deve indicare il numero di anni previsto per l’investimento, ciò determina l’imputazione del ricavo a ciascun esercizio del periodo indicato.

 

 

Conferimenti a cooperative

Si tratta di un fatto gestionale frequente in agricoltura con il quale il socio di una cooperativa trasferisce la sua produzione all’impresa cooperativa che si occuperà di trasformarla e di commercializzarla.

Solitamente, al momento della cessione del prodotto non è stato ancora fissato un prezzo di vendita in quanto questo sarà stabilito al momento della commercializzazione. Ciò nonostante occorre rilevare l’uscita del prodotto dall’azienda sotto forma di conferimento stimandone il valore che sarà eventualmente rettificato al momento dell’emissione della definitiva fattura di vendita.

Questi due momenti della gestione (conferimento e fatturazione) sono entrambi rilevabili attraverso questa causale dell’albero di navigazione. Eventuali crediti verso cooperative presenti al momento dell’impianto della contabilità vanno invece inseriti nell’inventario iniziale.

Come di consueto prima di procedere con lo sviluppo di un esempio, si riportano qui di seguito le principali informazioni presenti nella maschera.

Operazione

L’elenco è composto da due voci. Con la prima (Prodotti conferiti a cooperativa) si rileva il momento dell’uscita del prodotto aziendale; con la seconda (Emissione fatture per conferimenti) la formalizzazione del documento contabile da effettuarsi ogni qual volta avviene il pagamento parziale o totale del prodotto conferito.

 

Modalità di riscossione

E’ prevista un’unica modalità nel caso di prodotti conferiti (Conferimenti da fatturare) mentre appaiono le consuete voci all’atto dell’emissione della fattura.

 

 

Incasso crediti

Questa categoria di registrazioni accoglie la movimentazione finanziaria di fatti gestionali già avvenuti e contabilizzati. Il caso più frequente è la vendita con riscossione differita del pagamento, per cui al momento dell’incasso del credito occorre effettuare la corrispondente rilevazione contabile.

Lo schema che segue riepiloga le scelte che l’utente può fare selezionando la voce Incasso crediti dell’albero di navigazione:

  • Incasso crediti
    • Incasso crediti da clienti
      • Crediti verso clienti
      • Cambiali attive
      • Interessi attivi verso clienti
      • Sopravvenienze e proventi attivi
      • Proventi finanziari diversi
        • Proventi v/altri
    • Incasso altri crediti
      • Crediti PAC e altri aiuti pubblici
      • Crediti per aiuti pubblici (OCM)
      • Crediti per aiuti pubblici (politiche strutturali)
      • Crediti per aiuti pubblici (diversi)
      • Crediti verso dipendenti
      • Crediti verso altri
      • Crediti tributari e previdenziali
      • Erario c/IVA agricoltura
      • Erario c/IVA agriturismo
      • Cauzioni attive
      • Interessi attivi bancari e finanziari
      • Altri interessi attivi
      • Sopravvenienze e proventi attivi

 

Sotto il profilo contabile questa categoria di registrazioni può essere suddivisa in tre gruppi:

> riscossione di crediti o titoli assimilabili (es. cambiali);

> rilevazione di interessi attivi o altri proventi finanziari;

> rilevazione di sopravvenienze o altri proventi.

Il primo gruppo presuppone che sia già avvenuta la rilevazione del credito e che quindi sia già presente negli archivi anagrafici l’importo del credito da riscuotere (es. il credito verso un certo cliente per una determinata fattura). In questo aggregato sono compresi anche i crediti connessi ai pagamenti degli aiuti concessi dalle politiche agricole (es. credito derivante dalla riscossione differita di un aiuto pubblico).

Il secondo gruppo riguarda la contabilizzazione dei ricavi derivanti dalla gestione finanziaria tra i quali gli interessi attivi bancari.

Infine il terzo gruppo comprende sempre dei ricavi ma questa volta collegati alla gestione straordinaria del credito stesso.

Si seguito vengono riportati le informazioni richieste per la compilazione della maschera, ad esclusione di quelle già descritte nel paragrafo precedente.

Operazione

Attiva la scelta tra l’incasso crediti verso clienti o l’incasso di altri crediti.

 

Tipo di credito

Mostra l’elenco delle voci di dettaglio che derivano dalla selezione effettuata nel campo Operazione.

 

Credito

Questo campo appare solo se viene prima selezionata una voce di credito e visualizza i riferimenti presenti nell’archivio anagrafico precedentemente inseriti in fase di inventario o al momento dell’accensione del credito.

 

Modalità di riscossione

In tale finestra si effettuano le registrazioni di tipo più strettamente finanziario connesse all’incasso rilevato. Oltre alle consuete voci di cassa e conti correnti possono apparire altre modalità in relazione alla tipologia di rilevazione che l’utente ha selezionato scorrendo gli elenchi Operazione e Tipo di credito.

 

 

Accensione debiti

La selezione di questa voce dall’albero di navigazione consente di rilevare contabilmente la concessione di finanziamenti per le attività aziendali da parte di banche o altri istituti di credito.

Una volta scelto il tipo di debito si dovrà inserire l’anagrafica dello stesso mediante il richiamo della maschera di inventario, della quale abbiamo già riportato la sua descrizione nel capitolo C2.