Ai fini RICA non è richiesta una rilevazione cronologica e sistematica di tutti i movimenti contabili ed extracontabili: i dati possono essere raccolti per tipologia e per periodi (ogni tre o quattro mesi, o con più visite annuali in azienda).

Il numero di contatti necessari per raccogliere tutti i movimenti contabili varia a seconda della tipologia dell’azienda, della disponibilità del conduttore, del livello di dettaglio richiesto dall’indagine, della documentazione disponibile presso l’azienda o presso il centro di assistenza tecnica in agricoltura.

.

Per gli anni successivi al primo, in considerazione dello svolgimento delle fasi di chiusura dell’esercizio contabile, che ritardano la disponibilità degli inventari iniziali definitivi, si suggerisce di utilizzare solo la modulistica cartacea, rimandando la registrazione su software alla disponibilità degli inventari finali definitivi.

.

Gli uffici regionali RICA devono sovrintendere allo stato di avanzamento della fase di rilevazione e garantire il necessario supporto per il chiarimento delle questioni di carattere sia tecnico che metodologico che possono insorgere durante la rilevazione.

Un monitoraggio permanente, eseguito dall’Ufficio centrale RICA, consente di stabilire a livello nazionale l’esistenza di eventuali problematiche e/o emergenze su cui intervenire in tempo utile. Al tempo stesso, tale monitoraggio consente anche di avvicinarsi alle fasi di chiusura dell’esercizio contabile senza incappare in improvvisi ritardi nella consegna degli archivi contabili aziendali.

Per dimostrare il rispetto delle modalità previste dal contratto, il rilevatore (sia esso contrattualizzato direttamente con il CREA-PB sia esso collaboratore di Ente o Amministrazione regionale/provinciale), a conclusione delle attività di rilevazione, stampa la scheda modalità raccolta dati (presente in GAIA, nella sezione Operazioni di fine esercizio), con la quale egli dichiara:

  • quando ha illustrato agli agricoltori la finalità dell’indagine (punto II art. 14 del contratto)
  • quali fonti informative ha consultato per la raccolta dei dati (contabilità fiscale; gestione magazzini; libro cespiti; registro trattamenti; registro di stalla, fascicolo aziendale, quaderno di campagna, ecc.)
  • chi ha fornito la documentazione: conduttore/famigliari e/o servizi di assistenza agricola (CAA) e/o consulente
  • quanti contatti o visite aziendali sono state svolte e, se sì, in che data.

La scheda deve essere debitamente firmata dall’affidatario dell’incarico, che ne autocertifica il contenuto.

.

Per tutti i dettagli sulle modalità di registrazione dei dati in GAIA si consiglia di consultare costantemente la relativa GUIDA – rilevazione dati aziendali.

.

Ruolo coinvolti Attività
Rilevatore
  • Raccoglie tutti i dati tecnici ed economici richiesti dalla metodologia RICA-REA.
  • Informa l’Ufficio regionale RICA delle eventuali difficoltà riscontrare nel corso della rilevazione (nei confronti del conduttore, non chiara interpretazione delle istruzioni metodologiche, ecc.).
  • Trasmette all’Ufficio regionale RICA gli archivi contabili (semilavorati) per le verifiche e i controlli sullo stato di avanzamento della rilevazione.
  • Segnala, attraverso la sezione Assistenza del sito GAIA, quesiti tecnici, metodologici ed eventuali malfunzionamenti dei software concessi in uso dal CREA-PB.
Ufficio
regionale
RICA
  • Fornisce il necessario supporto tecnico e metodologico ai rilevatori impegnati nelle attività di raccolta e registrazione dati.
  • Illustrare ai rilevatori le modalità di utilizzo del servizio assistenza tecnica del sito GAIA ed incentivare al suo utilizzo sia per la risoluzioni di eventuali anomalie delle applicazioni software sia per sottoporre ai referenti RICA regionali quesiti metodologici.
  • Ha il compito di segnalare e documentare eventuali rifiuti (o inadempienze) da parte di tecnici e Enti, verificatisi durante le fasi di rilevazione dei dati aziendali.
  • Durante questa fase l’ufficio regionale RICA può operare spostamenti di aziende da un tecnico ad un altro, attraverso la specifica funzione di GAIA.
Ufficio
regionale
RICA
  • Provvede ad un monitoraggio permanente delle fasi di rilevazione, al fine di individuare l’esistenza di eventuali problematiche e/o emergenze su cui intervenire in tempo utile.

 

 

 

 

.