La presente guida è articolata in quattro sezioni. Nella prima, contenuta in questa pagina, sono illustrati gli obiettivi e le caratteristiche del Cruscotto, l’ambiente di sviluppo, la base dati e l’interfaccia grafica. Nelle altre tre sezioni viene illustrara la struttura e la composizione del Report di bilancio, le modalità di lettura degli Indici aziendali e delle analisi dello Storico di bilancio. Altre funzionalità saranno implementate in futuro e riguarderanno la consultazione dei Bilanci di settore (report dei margini lordi delle colture e degli allevamenti) e la dashboard per le simulazioni aziendali.

Obiettivi

L’INEA nell’ambito delle attività di gestione e coordinamento dell’indagine RICA, al fine di migliorare il rapporto di collaborazione con le aziende agricole selezionate per il campione contabile, ha progettato e realizzato un’applicazione web, denominata Cruscotto Aziendale che consente alle singole aziende agricole di consultare il proprio bilancio prodotto annualmente da GAIA al termine delle operazione di controllo e verifica  dei dati rilevati in ogni esercizio contabile.

L’accesso al Cruscotto Aziendale INEA è riservato esclusivamente alle aziende agricole che collaborano oppure hanno collaborato nell’indagine RICA e per le quali l’INEA ha fornito, via email oppure a mezzo posta ordinaria, i dati per l’accesso (CUAA e PIN). L’utilizzo del Cruscotto Aziendale INEA è pertanto svincolato dalla rete di rilevazione. Nel caso l’azienda agricola non abbia ricevuto i dati per l’accesso può consultare il referente  regionale INEA dell’indagine RICA

L’idea di realizzare un’applicazione web che consentisse alle aziende agricole aderenti alla rete contabile di consultare online i propri risultati della gestione aziendale, nasce per rispondere a diversi obiettivi sia storici che nuovi della RICA e dell’INEA, e che si possono riassumere nei seguenti punti:

  • restituire alle aziende che partecipano all’indagine RICA i propri risultanti contabili attraverso un sistema di lettura temporale, spaziale e settoriale;
  • migliorare il livello di fidelizzazione tra gli operatori della rete di rilevazione e le aziende agricole, che con diverse modalità partecipano all’indagine contabile;
  • svincolare la consultazione del bilancio aziendale dal sistema di rilevazione, nel rispetto delle norme di riservatezza e protezione dei dati personali;
  • attenuare la molestia statistica con la restituzione di un servizio gratuito, facilmente accessibile, semplice e comprensibile anche per gli utenti meno esperti;
  • stimolare le aziende non comprese nel campione RICA a partecipare volontariamente all’indagine, con l’impegno da parte dell’INEA a restituire sia i risultati contabili, sia una serie di prodotti editoriali diffusi attraverso il portale della RICA;
  • valorizzare l’ampio patrimonio informativo della RICA e diffondere gli strumenti, le procedure e le metodologie realizzate dall’INEA;
  • rispondere ai compiti istituzionali dell’INEA, di diffondere nel mondo delle aziende agricole italiane la cultura della contabilità e dell’importanza degli strumenti di supporto alla gestione aziendale.

Nell’ambito dei suoi compiti istituzionale la RICA ha avuto da sempre l’obiettivo di restituire annualmente alle aziende contabilizzate la cosiddetta “cartella contabile”, compito questo che si è sempre realizzato con la restituzione per il tramite dei rilevatori di una stampato più o meno articolato e complesso e che con l’utilizzo di GAIA si è tradotto nella stampa da parte dei rilevatori dei report del bilancio e del fascicolo aziendale. Alla luce della oramai quasi consolidata diffusione dell’utilizzo di internet anche tra le aziende agricole, la scelta di realizzare un servizio in ambiente web ricco di funzionalità dedicato alle aziende agricole è stata naturale e scontata. Questa nuova applicazione, ideata e realizzata dal gruppo di coordinamento della RICA, rappresenta uno dei principali componenti del pacchetto degli Strumenti di supporto alla Consulenza aziendale per le Imprese agricole (SCAI) progettati nell’ambito delle attività di ricerca e studio dei Servizi tecnici dell’INEA.

Caratteristiche

L’applicazione è suddivisa in tre sezioni:

  • Report di bilancio  Da questa sezione si accede alla consultazione, per esercizio contabile, del report del Bilancio riclassificato INEA prodotto da GAIA, con i risultati contabili confrontati con i medesimi dati dell’esercizio contabile precedente, ed una serie di parametri ed indici aziendali.
  • Indici aziendali  Sezione dedicata al confronto dei risultati aziendali (parametri ed indici) con i dati medi del gruppo di riferimento (Ote, DE, Circoscrizione) e le aziende Top dello stesso gruppo (analisi spaziali, ed analisi per indici).
  • Storico bilancio  In questa sezione vengono mostrati una serie di grafici nidificati con gli andamenti storici dei principali parametri patrimoniali ed economici derivati dal bilancio dell’ultimo esercizio contabile (analisi spaziale).

 

Una volta effettuato il login con successo, vengono proposti due riquadri, con alcune informazioni di sintesi sia dell’aziende sia di confronto con aziende simili.

.

Importante. Per uscire dall’applicazione deve essere utilizzato il pulsante “Logout” posto nella parte destra della barra degli strumenti (pulsante rosso off), evitare di chiudere l’applicazione utilizzando i comandi del proprio browser.

.

Nel  primo riquadro, posto lateralmente a sinistra, sono Riepilogati i dati dell’azienda (dati sull’anagrafica, dati strutturali e dati tipologici); mentre nella parte destra viene aperto il grafico con i Parametri Economici delle principali variabili del bilancio di GAIA (RTA, CC, VA, PN, CP, RO), confrontati con i dati medi di aziende appartenenti al gruppo di riferimento della Banca Dati RICA (BDR Online) e con i risultati delle migliori aziende (TOP) dello stesso gruppo di confronto.

Fig. 1 – La home page dell’azienda

homepageAz

Il grafico è interattivo, ossia portando il puntatore del mouse su una delle barre verticali viene visualizzato il relativo valore, cliccando invece sull’etichetta della Legenda è possibile escludere/nascondere una particolare serie (quella del gruppo, o quella delle aziende Top, ed eventualmente anche la serie dei dati dell’azienda).

Ambiente di sviluppo

La piattaforma scelta per lo sviluppo e l’operatività del sistema è quella web, che consente una serie di vantaggi sintetizzabili nei seguenti punti:

  • nessuna installazione e aggiornamenti in tempo reale;
  • nessun requisito specifico di hardware e software;
  • indipendenza dai sistemi operativi (multipiattaforma);
  • procedura e dati sempre disponibili a tutta la rete (multiutenza);
  • servizio di web serving dinamico (scalabilità);
  • management agevolato dell’App Engine;
  • riduzione dei costi di gestione.

 

Per l’implementazione delle diverse funzionalità dell’applicazione web vengono utilizzati i più moderni ed aggiornati strumenti di programmazione alcuni dei quali su piattaforma Microsoft (Visual Studio .NET 2010, linguaggi .NET e/o C#), altri di tipo open source (highcharts). L’ambiente di sviluppo utilizza librerie standard e il framework web di Microsoft per la corretta gestione sia degli oggetti disponibili sul front-end sia per l’accesso al datastore. L’applicazione web è stata sviluppata e gestita secondo l’architettura classica dei tre livelli logico-funzionali:

  • livello interfaccia utente (interrogazione e visualizzazione dei dati)
  • livello di business logic (elaborazione e controllo flusso dati)
  • livello dati (memorizzazione e gestione dati)

 

Il processo di realizzazione dell’applicazione si è svolto mediante l’impiego di procedure standardizzate e consolidate per l’analisi del flusso dei dati all’interno della RICA, l’individuazione delle diverse esigenze e practices e la definizione delle personalizzazioni di funzioni orientate all’ottimizzazione dell’intero processo, al fine di individuare una corretta condivisione delle informazioni e delle analisi della reportistica e dei grafici di media ed alta complessità, che possano consentire di raggiungere un buon livello di soddisfazione da parte degli utenti ed in particolare degli imprenditori agricoli.

Base dati

L’architettura hardware su cui poggerà l’applicazione e le relative base dati, di proprietà dell’INEA, risiedono nella sala CED dell’Istituto adeguata alle diverse esigenze espresse dalle applicazioni software, collocata in un ambiente di lavoro schermato attraverso l’utilizzo di applicazioni e protocolli che ne garantiscono la massima sicurezza ed affidabilità. Il sistema di storage e di backup viene gestito in modo centralizzato presso la sede INEA nazionale.

La base dati viene creata e gestita attraverso l’engine di MS SQL Server 2008/2010, nella versione standard, che comprende anche i tools SISS per la gestione e il trasferimento dei dati dal database nazionale al database dell’applicazione web.

La base informativa principale dell’applicazione è rappresentata dalle tabelle dati del bilancio memorizzate nel database GAIASYS nazionale, che rappresenta la struttura utilizzata dal report del Bilancio riclassificato INEA prodotto da GAIA. Il contenuto informativo di questa base dati comprende tutti i dati necessari per costruire i prospetti del bilancio (conto economico e stato patrimoniale), i parametri tecnici, patrimoniali, economici e finanziari. Infatti alcuni parametri e quasi tutti gli indici vengono calcolati direttamente sul report.

Il datastore, di tipo RDBMS, su cui poggia l’applicazione ha quindi una struttura interna ben organizzata (entità, relazioni, indici, ecc.) per definire il suo contenuto e per consentire la costruzione di query e transazioni più o meno complesse e soprattutto con discreti livelli di prestazioni, di efficienza e di sicurezza elevati, in relazione al livello del traffico dei dati e all’aumentare dei dati immagazzinati (al momento della stesura di questo testo nella base dati sono archiviati oltre 16.000 bilanci).

L’inclusione del database dell’applicazione sullo stesso Server dove risiede attualmente la banca-dati della BDRWeb, consente una corretta ed efficiente creazione e gestione dei cosiddetti gruppi di riferimento utilizzati dall’applicazione per la costruzione degli indici aziendali temporali e spaziali.

Il consolidamento dei dati di base del Cruscotto aziendale viene eseguito a cadenza annuale, a conclusione delle diverse fasi di verifica e di validazione dei dati da parte della struttura che coordina e gestisce la rete di rilevazione sia a livello regionale che nazionale. Non vengono quindi trasferite nel database dell’applicazione le aziende escluse dall’archivio della BDR in quanto marcate come “outliers”.

Pertanto il servizio verrà esteso alle sole aziende che vengono validate e consolidate nel database nazionale della BDRWeb e non hanno presentato situazioni di esclusioni, anche per un solo esercizio, nel periodo di partecipazione alla rete RICA.

Interfaccia grafica

L’interfaccia utente è stata progetta per essere quanto più possibile pulita e scevra da immagini ed effetti grafici particolari, con un layout chiaro e di facile comprensione (auto-esplicativa), fruibile con i più comuni e diffusi browser.

La progettazione dell’interfaccia dell’applicazione si è basata quindi sulla logica dell’usabilità e centrata sulla tipologia e sulle esigenze degli utenti, ed in funzione dello sviluppo continuo ed evolutivo del sistema, in modo da presentare un prodotto semplice e piacevole da utilizzare. Tale caratteristica è fondamentale in quanto l’applicazione è rivolta ad una community costituita da utenti con conoscenze informatiche a volte molto diverse, e generalmente medio basse. La struttura funzionale dell’applicazione si avvicina quanto più possibile agli obiettivi dell’usabilità definite nelle norme ISO 9126: efficacia (sviluppo accurato e completo), efficienza (tempi di risposta adeguati) e soddisfazione (attitudine positiva da parte degli utenti).

Le voci che compongono la barra del menu principale guidano gli utenti nelle varie sezioni dell’applicazione, senza costringerlo ad utilizzare i pulsanti di navigazione del proprio browser,  riducendo al minimo i passi per accedere alle informazioni cercate.

La posizione degli elementi delle singole sezioni dell’applicazione tiene conto della probabile maggiore frequenza di utilizzo e della logica funzionale per la corretta interpretazione delle informazioni rappresentate nelle schede, nei report, e nei grafici.